Un sabato di festa.

L’occasione la partita di Semifinale di EFL tra i Seamen e i Black Panthers che in precedenza avevano battuto un anno i Seamen ed un anno i Rhinos, oltre la premiazione dei migliori giovani lombardi e finalmente si è tornati a vedere giocatori di un po’ tutte le squadre sugli spalti, come avevamo auspicato nel nostro redazionale di giovedì. Nutrita la nostra presenza, così come quella degli Hammers e dei Ravens, ma certamente anche molti altri rappresentanti di altre società erano tra di noi, malgrado la formula dei campionati di quest’anno, come più volte sottolineato non aiuti i giocatori a poter vedere le altre squadre. Il tempo ha provato anche lui a mettersi di traverso con un temporale fastidioso che ha costretto gli organizzatori a rinviare di mezz’ora l’inizio della partita, tempo che abbiamo impiegato per consegnare ai migliori giocatori, due per ogni categoria, e ai migliori coach, uno per categoria i simbolici riconoscimenti che il comitato regionale lombardo ha istituito per incentivare il lavoro di quelli che dovrebbero rappresentare il nostro

futuro. La partita iniziata subito dopo si è messa da subito sui binari giusti, touch down sul ritorno di kick off dei Seamen, proseguendo in un monologo della squadra milanese, che si è così guadagnato l’accesso alla finale europea. Una serata di festa che spero con le novità che ci sono arrivate e  di cui parleremo domani di un nuovo rilancio del football che non può che avvenire se tutti insieme capiremo l’importanza di lavorare insieme. A propositi di lavorare insieme ringraziamo Dario Fumagalli per le belle fotografie. Osservavamo come una volta negli incontri internazionali,  se c’erano arbitri di nazionalità diversa da quella dei due contendenti, si suonava in loro onore anche l’inno della nazione di appartenenza dello stesso. Sarebbe bello che il football americano tornasse  a questa abitudine e come nel caso di sabato si suonasse in onore della crew anche l’inno Europeo, dando la giusta importanza alla crew arbitrale.

In questi giorni ho ricevuto alcune proposte per i calendari del prossimo anno domani la pubblicherò nella speranza che entusiasmo voi quanto lo ha fatto con noi.